Tuesday, November 24, 2009

No B Day

What were they doing? They were promoting the No berlusconi Day = No B Day. It's absolutely the first public protest born on the net (Facebook). Next 5th of December in Rome we will ask to the Prime Minister to will dismiss for facing a public Court as any other Italian Citizen.

Cosa stavano facendo? Stavano promuovendo il No berlusconi Day = No B Day. La prima manifestazione pubblica nata attraverso la rete (Facebook). Il prossimo 5 Dicembre a Roma chiederemo al Primo Ministro di volersi dimettere e di voler affrontare un Tribunale della Repubblica come ogni altro Cittadino Italiano.
Posted by Picasa

13 comments:

elettra said...

Ah ecco, ne avevo sentito parlare, ma non avevo capito bene... ma che bella iniziativa!! :)

Fabrizio - ikol22 said...

@elettra, se vuoi, se credi, di seguito il gruppo No B Day Piemonte


Mentre, quello che segue, è il link all'evento di sabato 5 a Torino alle 14 in Piazza Castello:
" NO BERLUSCONI DAY PIEMONTE" DIRETTA DA ROMA 5 DICEMBRE

altadenahiker said...

I'll be following this. Good luck!

Fabrizio - ikol22 said...

altadenahiker, THANK YOU SO MUCH about your wish. We need luck, this country -overall- needs luck

Θάνος Δ. said...

Ci saranno manifestazioni anche in Belgio: in Bruxelles e nella mia città Charleroi. Ci andrò, e non solo per fare alcune foto.
Mi piace questo nome No B day perché può significare tante cose: No Berlusconi day ma anche No Bossi day… per non parlare dei più piccoli di questo governo come Brunetta…

PS: cosa significa questo segnale sulla foto? Area pedonale ma il disegno sembra dire piuttosto: 'vietato ai pedoni"…

Fabrizio - ikol22 said...

Thanos D., (corretto?) è bene inteso che il debosciato piduista non si dimetterà certo grazie a questa manifestazione, né, con ogni probabilità essa darà la forza a un'inetta opposizione di richiederne con forza e sdegno le dimissioni, né infine qualsiasi saranno i numeri i media tutti o quasi daranno l'esatto conto. E' però importante per dar modo ai tanti che si vergognano di essere governati da un lestofante che è anche falso, spergiuro e ladro, ai tanti che vogliono un Paese libero dalla viscida merda dei suoi accoliti che tu hai molto ben indicato, ai tanti che chiedono un briciolo (nemmeno moltissima) di onestà e di pulizia morale.

E' importante per contarci e per, almeno una volta, esser lì l'uno di fianco all'altro uniti per un solo obiettivo che non porta in sé alcun risvolto politico. Perché l'esortazione a che quel guitto della periferia meneghina si faccia processare e, possibilmente, finisca i suoi giorni in galera.

P.S. Il cartello è in effetti sbagliato ma non per quanto rilevi. Significa infatti "fine della zona pedonale". Via Garibaldi infatti è stata la prima via in Torino a venir pedonalizzata molto anni or sono. In effetti oggi anzhe Piazza Castello (voe la via da quel lato finisce) è pedonalizzata (fatto salvo un parcheggio di taxi) per cui il cartello non avrebbe -taxi esclusi- ragion d'esistere.

Linda said...

I've been following your troubles in the British press. Interesting to hear about this groundswell movement.

lunarossa said...

Ciao Fabrizio, there will be a No B Day in London and Dublin. Not sure about other parts of the UK. I'll be working that day but I will be protesting in spirit. Ciao. A.

evita*°** said...

Ciao! Volevo solo fare una puntualizzazione importante: Berlusconi non è il primo ministro, ma il Presidente del Consiglio dei ministri.
Purtroppo i giornalisti ci riempiono le orecchie con la parola "premier", e inducono alla confusione. Ci hanno provato con un rferendum a cambiare la questione, ma è stato l'unico da anni in cui si è raggiunto il quorum e in cui la gente ha deciso di non cambiare i poteri del Presidente del CM.

A parte ciò, non potrò manifestare perché ho una distorsione alla caviglia, ma vi sostengo!

Fabrizio - ikol22 said...

Mi duole contraddirti Evita ma Primo Ministro è, in uno a Presidente del consiglio dei ministri, la definizione corretta giacchè -e proprio nel nostro ordinamento- egli è un "Primus Inter Pares", primo fra pari ovvero primo fra i ministri. Scrivo da Piazza Castello, siamo già in molti e siamo qui anche per te (tuttavia avrai modo di partecipare ad altri NObDAY non si dimetterà certo in tempi brevi. Povera nostra Italia)

Fabrizio - ikol22 said...

Hai però ragione. La definizione di Premier non appartiene al nostro ordinamento giuridico

Davide Zanichelli said...

Mitici!!!

Anche noi saremo là con là!!! e con la diretta dal sito

http://www.listacivica-guastallaliberata.org/2009/12/tutto-pronto-per-sabato-5-dicembre-al-via-il-no-b-day/

A chidedere le dimissioni

Silvio deve smetterla

Θάνος Δ. said...

La parola ‘premier’ viene (probabilmente) dal francese: “premier ministre= primo ministro”. Si usa ‘premier ministre’ non solo in Francia (anche se il ruolo di presidente del consiglio sia più vicino a quello di Kanzler tedesco o di πρωθυπουργούς greco) ma anche in Belgio per non parlare di presidente visto che il Belgio è una monarchia, come la Spagna e il UK.
Però, qui in Belgio, il capo del governo regionale della Wallonia è spesso chiamato ministre-président.